Vuoi Suonare

Vuoi suonare o comunque esibirti sul palco dell’Arci Blob?
Grazie per l’interesse che hai dimostrato, ma ti chiediamo prima di leggere attentamente “il pippotto”:

Arci Blob è un circolo autogestito, che si fonda sul lavoro volontario dei propri soci.
Di questi tempi è difficile mantenere o sostenere i costi di una struttura come la nostra, che di fatto resta modellata sulle vecchie case del popolo.
La nostra utenza è assolutamente intergenerazionale, e va dai 10 agli 80 anni.
Il volontariato si compone di turni , nelle varie direttrici operative della nostra associazione:

Bar
Tesseramento
Assistenza legale ai migranti
Organizzazione concerti /Tecnico del Suono
Organizzazione corsi
Ciclofficina
Biblioteca libertaria Autogestita
Ci scusiamo anticipatamente se non ti risponderemo con celerità, ma non è facile gestire in completa autonomia il volontariato una entità complessa come la nostra.

SE VUOI SUONARE, Non abbiamo quattrini, detto con chiarezza. Se vuoi farlo gratuitamente, non ci sono problemi, a meno tu sia un addicted di cover vascorossiane et similia. Non amiamo le cover band, e facciamo eccezioni solo nel caso l’approccio creativo sia originale e non pedissequamente fedele all’originale.
Riteniamo le cover band un fenomeno DEPLOREVOLE, che , per carità, ti permette di sopravvivere ma non regala alcun tipo di emozione creativa.
Daremo cena (pastasciuttone o giù di lì) e tre consumazioni ai membri delle band.
Un’alternativa potrebbe essere il door deal: i musicisti prendono le offerte (o ingressi) dal pubblico che entra in sala concerti (è un locale separato dalla zona bar). In questo caso però chiediamo alle band di gestire direttamente la cassa, poiché dobbiamo comunque garantire un turno di volontariato all’ingresso del circolo per il controllo del tesseramento.
Non siamo un locale commerciale, ma soprattutto NON SIAMO UN LOCALE. Siamo un circolo autogestito in cui i soci hanno sempre e comunque diritto di scelta e di opinione rispetto alla programmazione musicale.
Come ben sai, la tessera associativa è OBBLIGATORIA, e non possiamo derogare in materia. Non chiedeteci eccezioni per gli “amici che entreranno in un arci solo per il concerto all’Arci Blob”, perché non saranno recepite.
Ci rendiamo conto che 13 euro di tessera non siano pochi, ma il tesseramento è a tutti gli effetti un’ adesione agli ideali antifascisti e antirazzisti che caratterizzano l’Arci e che motivano i soci nella loro quotidiana azione di volontariato. La tessera è valida in tutti i circoli Arci d’Italia ed è valevole annualmente dal 1 ottobre di ogni anno.
Il nostro circolo, peraltro, non ha la licenza di pubblico esercizio, dunque non ci è possibile fornire servizio bar ai non soci.
In caso di controllo, se viene rilevato che il circolo ospita dei non soci, RISCHIAMO MULTE DA 6000 A 200.000 (DUECENTOMILA) EURO.
IL TESSERAMENTO E’ OBBLIGATORIO ed è la ragione medesima della nostra esistenza, ma soprattutto della nostra AUTONOMIA E INDIPENDENZA, di cui andiamo enormemente fieri.
La tessera va SEMPRE portata con se , perché va esibita in caso di controllo. Se ve la siete dimenticata, non sarà possibile entrare. L’unica eccezione può essere rivolta a chi è tesserato presso il nostro circolo: il suo nome dovrebbe comparire sul registro soci, e dunque dopo verifica gli sarà concesso l’ingresso.
Inoltre, se pensate che il nostro circolo possa tollerare fascisti e razzisti, intolleranti e xenofobi, avete sbagliato strada. Se qualcuno tra il vostro pubblico ha questo genere di orientamento, rivolgetevi altrove.

Sei sopravvissuto al “pipotto”? allora contattaci!